musica

    Che la musica non si fermi mai

    02/04/20 17.39

    È nelle nostre vene. Inoltre, la musica fa parte del DNA dei valenciani. E non importa se siamo a casa, perché gli oltre 40.000 musicisti del territorio di Valencia non hanno smesso di suonare, anche se gli auditorium sono chiusi. Volete vedere come e quando? Beh, andiamo, andremo da qualche altra parte con la nostra musica!

    La musica sta dimostrando in questa crisi che è più che mai uno strumento di unità e di calma. I cittadini di tutto il mondo incoraggiano i loro vicini a superare il confinamento della mano del canto. E Valencia, dalla sua intensa tradizione musicale, non potrebbe essere da meno. Qualche giorno fa decine di musicisti sono usciti sui balconi, tutti insieme, per esibirsi in due dei più popolari pasodobles (marcia leggera usata nelle parate militari) del repertorio locale:

     

     

    I membri dell'Orquesta de València e della Banda Sinfónica Municipal stanno giocando da casa per incoraggiarci dal loro profilo su Facebook, dove ci hanno già lasciato alcuni video come questo:

     

    Ma si possono vedere in azione e a 360 º in questo frammento di concerto (trascinare il mouse dal video) offerto nel Palau de la Música.

    Al Palau de les Arts, i cantanti e i pianisti del Centre de Perfeccionament continuano a preparare i loro prossimi progetti con questa energia:

    Abbiamo risparmiato per la fine di questo post la creatività degli studenti della Scuola di Musica del Berklee College, con sede europea a Valencia. Tenete d'occhio i loro social network per la prossima edizione di Stay at Home Fest, un festival online che vi farà canticchiare di nuovo. Perché oggi più che mai la musica è la vita emotiva della maggior parte delle persone (Leonard Cohen). 

     

    Cultura

      ISCRIVITI AL BLOG!

      Non perdetevi i migliori piani per divertirvi a Valencia.

      Seguici