souvenir

    Souvenir di Valencia: non comprare altri magneti di falleras.

    05/06/20 11.02

    I doni che i visitatori possono acquisire per ricordare la città vanno dal cibo alla ceramica, all'arte e al tessile. Con un po' di buon gusto, il successo dei souvenir valenciani è assicurato.

    Per quanto si prenda a cuore Valencia, si può anche mettere un pezzetto in tasca. Lo scopo del souvenir è quello di restituirvi i bei ricordi delle vostre vacanze o di raccontare a qualcuno quanto avete sentito la sua assenza durante le vacanze (per esempio). Ma perché sia efficace, è essenziale scegliere bene e non comprare a prima vista. Nel centro della città, soprattutto nella zona intorno alla Cattedrale e al Barrio del Carmen, ma anche intorno ai grandi monumenti, come la Ciutat de les Arts i les Ciències, troverete negozi con una vasta gamma di prodotti. Prima di intraprendere la vostra avventura, ecco una mappa del percorso. Un elenco di suggerimenti per allontanarsi dal classico magnete fideuà e dalla piccola figura di fallera o flamenco.

     

    • Cibo. Vi è stato detto che Valencia è la paella. Beh, è venuto fuori che c'è molto di più. Ovviamente si può acquistare un sacchetto di riso, e meglio se ha il timbro della Denominazione di Origine Protetta (DOP), ma potrebbe interessarvi sapere che la Regione ha molti altri prodotti certificati. È il caso dell'olio, delle arance e delle tigri, ma anche dei carciofi di Benicarlò, dei cachi di La Ribera e dei torroni di Xixona. Ne trovate molti nei mercati comunali, in particolare il Mercat Central, ma anche nei negozi specializzati, come l'adiacente Original CV. La città mantiene anche un romanticismo con i dolci che delizieranno gli amanti dei dolci, sia che optino per la tradizione di acquistare pasticci di patate dolci nel Horno de San Bartolomé, sia che osino provare le divertenti proposte della cioccolateria

     

    • Se parliamo di D.O., è impossibile dimenticare i vini di Utiel-Requena, sia che provengano da grandi cantine che da piccoli produttori. In città ci sono negozi storici, come Navarro Bodeguero, che dispensa centinaia di riferimenti locali, o Bodegas Baviera, una casa fondata nel 1870 che vale la pena di essere visitata. Funzionano anche come negozi di liquori, con prodotti caratteristici come la mistela, la cazalla o l'Agua de València (un cocktail a base di cava o champagne, succo d'arancia, vodka e gin) oltre a varietà distillate con i prodotti più tipici, come il liquore alla noce chufa. València è anche una città di birra artigianale, con marche come Tyris, La Socarrada, Abadía, Zeta o Altura de Vuelo. Anche se è possibile acquistarli in diversi negozi, alcuni negozi specializzati sono Las Cervezas del Mercado, nel centro di Mercado de Colón, o La Boutique de la Cerveza, con importazioni da tutta la Spagna e dall'estero.

     

    • Ceramica. La tradizione della ceramica è profondamente radicata nel popolo valenciano, con ceramiche importanti come Manises o Paterna, dove i "socarrats" sono tradizionali. La regione è il luogo di nascita di aziende importanti come Lladró, con un negozio in via Poeta Querol, o Porcelanosa, in via Colón. Tuttavia, è anche possibile acquistare souvenir più economici presso il Centro Artigianato della Comunità, vicino all'IVAM, o nei negozi storici dei produttori locali. La Plaza Redonda, che ospita un mercato delle pulci ogni domenica mattina, ne concentra la maggior parte: la storica Casa de los Botijos, Colla Monlleó o Chez Ramón, tra le altre. E, a proposito, fate attenzione se visitate la città a maggio. Nella Plaza de la Reina si tiene il Mercato de L'Escuraeta, che sfoggia i contenitori di argilla cotta.

     

    • Arte contemporanea. Come ben sapete, la visita dei musei termina sempre nello stesso punto, e non è altro che il negozio. La Libreria Dada è un vero e proprio tempio dell'arte, che si trova sia nel Muvim che nell'Ivam, con un vasto repertorio di cataloghi, libri, riviste, fanzine e stampe su design, architettura, fumetti e fotografia. La città ha anche gallerie che danno impulso a nuovi creatori, con due chiari esempi al Distrito Ruzafa, come Espai Tactel o Pepita Lumier, quest'ultima dedicata al mondo del disegno e del fumetto. Una proposta molto originale è quella di Atypical Valencia, un negozio di articoli da regalo legato soprattutto al design, dove sono presenti magliette illustrate della mascletà, giochi di costruzione del Miguelete o ritagli di fallera, un intrattenimento per bambini che consiste nel ritagliare figure di carta con un paio di forbici, che elevano il concetto di souvenir archetipico ad una categoria superiore.

     

    • Abbigliamento. L'industria tessile è un riflesso fedele della storia di Valencia. La seta tesse una ricca eredità commerciale, come afferma la Lonja (mercato del pesce), ed è ancora indispensabile nel costume regionale di fallera. Oltre ai tessuti con gli speroni, i soliti regali sono gli scialli di Manila, le delicate medicazioni e i pettini, che vengono venduti in case famose come Rafael Català o Tejidos Dalila. In una fascia di prezzo più ridotta, un altro accessorio tipico è l'espadrillas, che può essere acquistato in negozi come L'Espardenyeria Valenciana o vicino a Plaza de la Merced. Avrete sentito parlare della "Calle de las Cestas", il cui vero nome è Musico Peydró, ma deve il suo soprannome ai prodotti di vimini esposti nei suoi negozi e nelle bancarelle di strada. Anche se la cesta è l'attrazione principale, ci sono anche borse e scarpe in erba di sparto.

     

    • Sport. In una città così attiva come questa, i simboli sportivi sono anche un'identità locale. Il Valencia ha due squadre di calcio in prima divisione. Valencia CF ha il suo negozio ufficiale nello stadium di Mestalla, ma anche un megastore in Plaza del Ayuntamiento. Si possono trovare attrezzature, stivali e palline, ma anche un braccio robotico che distribuisce camicie serigrafate. La Tenda Granota del Levante UD ha anche un'enclave nello stadio e vicino a Colombo. Tuttavia, gli accessori per il calcio non sono gli unici che possono fare un buon regalo: caratteristici sono l'abbigliamento taronja di Valencia Basket, gli accessori per motociclisti del Circuito Ricardo Tormo o gli accessori per la vela in vendita nel Real Club Náutico de Valencia (RCNV), ma anche in altri negozi della Marina.

     

    E i classici? Se preferite ancora i magneti del frigorifero, le tazze con le foto e le cartoline della vostra vita, fate una passeggiata per la Piazza del Municipio, la Piazza della Regina e la Piazza della Vergine. Non avrete problemi a trovare esempi unici di souvenir valenciani, qualunque sia il più sorprendente. Da non perdere la Tienda de las Ollas de Hierro (Negozio di pentole di ferro) che, con oltre 200 anni di storia, è ancora la più antica di Valencia. Non fatevi ingannare dal suo nome, perché conserva pezzi di tutti i negozi che ha ospitato, dalla merceria all'argenteria, ma soprattutto immagini religiose e artigianato Fallas. Questo non è niente.

    Shopping, souvenir

    Perché Valencia deve essere il vostro prossimo viaggio
      Perché Valencia deve essere il vostro prossimo viaggio

      ISCRIVITI AL BLOG!

      Non perdetevi i migliori piani per divertirvi a Valencia.

      Seguici